Praticanti

ISCRIZIONE AL REGISTRO DEI PRATICANTI NOTAI

Requisiti per l'iscrizione: 

- laurea in giurisprudenza (quadriennale) o laurea specialistica o magistrale in giurisprudenza (quinquennale);

 L’iscrizione può essere ottenuta anche prima del conseguimento della laurea, ossia dopo l'iscrizione all'ultimo anno del corso di laurea in giurisprudenza o di laurea specialistica in giurisprudenza.

Al conseguimento del titolo accademico il praticante è tenuto a informare la Segreteria producendo autocertificazione ai sensi del D.P.R. 445/2000.

Il periodo di pratica si deve comunque completare entro trenta mesi dall'iscrizione nel Registro dei Praticanti; in caso di scadenza del suddetto termine il periodo effettuato prima del conseguimento della laurea non è computato. Il periodo anteriore al conseguimento della laurea può essere computato, ai fini del raggiungimento dei diciotto mesi di pratica, per un massimo di sei mesi, indipendentemente dalla sua effettiva durata.

Per lo svolgimento della pratica notarile in concomitanza con l'ultimo anno del corso di laurea come previsto dall'art. 5 della L.N. 89/1913, in forza dell'art. 3, comma 5 lett. c), del D.L. 13 agosto 2011, n. 138, convertito dalla Legge n. 148 del 14 settembre 2011, dell'art. 9, comma 5, del D.L. n. 1 del 24 gennaio 2012 convertito dalla Legge n. 27 del 24 marzo 2012, e dell'art. 6, comma 4, del D.P.R. 7 agosto 2012, n. 137, il Ministero della Giustizia, con nota del 21 novembre 2013 prot. DAG n. 0155983, ha stabilito che gli studenti iscritti al corso di laurea in giurisprudenza anteriormente al 24 gennaio 2012 potranno svolgere la pratica notarile durante l'ultimo anno di studi universitari anche in assenza di apposita convenzione quadro tra Consiglio Nazionale dell'ordine, Ministero dell'istruzione, università e ricerca e Ministero vigilante, mentre gli studenti scritti al corso di laurea in giurisprudenza successivamente al 24 gennaio 2012 potranno svolgere la pratica notarile ante lauream solamente in presenza della predetta convenzione quadro.

Quest'ultima convenzione quadro, sottoscritta in data 7 dicembre 2016 e in vigore fino al 6 dicembre 2017, prorogata fino al 7 dicembre 2022, consente agli studenti iscritti al corso di laurea in giurisprudenza successivamente al 24 gennaio 2012, purché il regola con gli esami di profitto, di svolgere la pratica notarile in concomitanza con l'ultimo anno del corso di studi per il conseguimento della laurea. 

 

  • dichiarazione di consenso in bollo di un notaio del distretto a svolgere la pratica presso il proprio studio, ai sensi dell'art. 6 n. 5 R.D. 1326/1914. Il notaio deve avere almeno cinque anni di anzianità di iscrizione all’Albo e non avere più di tre praticanti, compreso quello iscrivendo (art. 6, 3° comma, del D.P.R. 7.8.2012, n.137);

 

  •  autocertificazione, ai sensi del D.P.R. 445/2000, relativa al conseguimento della laurea (i laureandi dovranno allegare autocertificazione ai sensi del D.P.R. 445/2000 attestante la data e l'anno accademico di immatricolazione, l’iscrizione all’ultimo anno del corso di laurea in giurisprudenza e gli esami sostenuti);

 

  • la rimanente documentazione (certificato generale Casellario Giudiziale, certificato dei carichi pendenti, ecc.) è sostituita da autocertificazione ai sensi del D.P.R. 445/2000 (vedi fac-simile per la pratica ordinaria o per la pratica abbreviata).

 

Sono ammessi al beneficio della pratica abbreviata:

 

* gli avvocati in esercizio da almeno un anno (art. 5, comma 5, L. 89/1913), previa produzione di un certificato del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati attestante l’iscrizione all’Albo nonché l’effettivo esercizio della professione (8 mesi di pratica);

 

* coloro che sono stati “funzionari dell'ordine giudiziario” almeno per un anno (art. 5, comma 5, L. 89/1913); i soggetti interessati dovranno produrre un certificato rilasciato dalle autorità competenti e comprovante tale requisito (8 mesi di pratica);

 

* coloro che sono in possesso del diploma post-universitario, conseguito presso le scuole di specializzazione per le professioni legali (art.17, comma 114 L. 127/1997 e D.M. 475/2001); i soggetti interessati dovranno produrre un certificato attestante il conseguimento del suddetto diploma (6 mesi di pratica);

 

*coloro che hanno compiuto un periodo di formazione teorico-pratica della durata di diciotto mesi presso gli uffici giudiziari (ex art.73, comma 13  D.L. 69/2013); i soggetti interessati dovranno produrre un certificato, rilasciato dalle competenti autorità, comprovante l'esito positivo del tirocinio formativo (6 mesi di pratica).

 

ELENCO DOCUMENTI PER L’ISCRIZIONE NEL REGISTRO DEI PRATICANTI NOTAI

 

  • domanda di iscrizione al Registro dei Praticanti Notai in bollo (fac-simile disponibile in Segreteria o da scaricare dal sito, sia per la pratica ordinaria che per quella abbreviata);

 

fac-simile pratica ordinaria

fac-simile pratica abbreviata

 

 

  • pagamento dei diritti presso la Segreteria del Consiglio alla consegna della domanda di iscrizione (Euro 0,52);
  • marca da bollo da Euro 16.00 da apporre sulla contromatrice del Registro dei Praticanti Notai;
  • informativa privacy (vedi download modulistica PRIVACY POLICY)

 

  • autocertificazione ai sensi del D.P.R. 445/2000 relativa al conseguimento della laurea in giurisprudenza (i laureandi dovranno allegare autocertificazione ai sensi del D.P.R. 445/2000 attestante la data e l'anno d' immatricolazione, l’iscrizione all’ultimo anno del corso di laurea in giurisprudenza e l’elenco degli esami sostenuti);

 

  • fotocopia del documento di identità;

 

  • documentazione necessaria per usufruire della pratica abbreviata.

 

La domanda, corredata dei documenti necessari, va presentata presso la Segreteria del Consiglio Notarile di Brindisi, Corso Umberto I n.72, 72100 BRINDISI dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle 12.30, tel. 0831/528503, consigliobrindisi@notariato.it 

 

INFORMAZIONI UTILI 

La durata della pratica notarile ordinaria è di 18 mesi; la durata della pratica notarile abbreviata è di 8 mesi (art. 5 n. 5 della Legge Notarile n. 89 del 1913) o di 6 mesi (D.M. n. 475 dell'11 dicembre 2001 - art. 73, 1° comma, D.L. n. 69 del 21 giugno 2013, convertito con Legge n. 98 del 9 agosto 2013). 

L’inizio della pratica decorre dalla data di delibera dell'iscrizione nel Registro dei Praticanti Notai nella prima riunione di Consiglio successiva alla presentazione della domanda. 

Certificati di frequenza: (vedi fac-simile certificato di pratica notarile bimestrale o mensile) a partire dalla data di iscrizione nel Registro dei Praticanti Notai, allo scadere di ogni bimestre (o di ogni mese in caso di pratica abbreviata) il praticante è tenuto a presentare al Consiglio Notarile un certificato in bollo rilasciato dal notaio presso il quale svolge la pratica ed attestante l'effettivo svolgimento della pratica stessa.

Al termine dell’intero periodo di pratica, sia essa ordinaria o abbreviata, il praticante è tenuto a presentare un certificato cumulativo in bollo (vedi fac-simile certificato cumulativo) di pratica notarile attestante lo svolgimento di tutto il periodo di pratica, ovviamente rilasciato dal medesimo notaio presso il quale la pratica è stata svolta.

 “La pratica deve essere effettiva e continua. Per proseguirla in caso d'interruzione, il praticante deve far constatare al Consiglio Notarile i motivi per i quali la interrompe; e, qualora siano stati riconosciuti a lui non imputabili, gli sarà tenuto conto della pratica fatta precedentemente.” (Art. 8, 2° comma R.D. 10.09.1914, n. 1326).

 

Il certificato di compiuto tirocinio notarile di cui all’art.6, comma 12, del DPR 7 agosto 2012 n.137 perde efficacia decorsi cinque anni senza che segua il superamento del concorso solo nel caso in cui, nel medesimo periodo, si siano in concreto svolte cinque prove concorsuali, in quanto, in difetto, l’efficacia del certificato deve intendersi prorogata fino al verificarsi della citata condizione.

Ciò vale solamente per i tirocini iniziati dal giorno successivo alla data di entrata in vigore del suddetto DPR 7/8/2012 n.137 e quindi per i tirocini iniziati a far data dal 15 agosto 2012.

 

Nel caso di continuazione della pratica presso altro notaio dello stesso distretto (vedi modulo cambio notaio per continuazione pratica notarile), o presso un notaio iscritto in un altro distretto (vedi modulo rilascio contromatrice), contattare in anticipo la Segreteria del Consiglio e chiedere informazioni più dettagliate sulla procedura da seguire; lo stesso vale nell'ipotesi di iscrizione di praticanti provenienti da un altro Distretto nel quale gli stessi hanno già compiuto una parte del periodo di pratica notarile (vedi modulo continuazione della pratica – provenienza da un altro distretto).

 

 

 

 

COME DIVENTARE NOTAIO: CONCORSO NOTARILE

Collegamenti utili:

 

www.notariato.it : accesso alla professione

 

www.giustizia.it : strumenti -> concorsi, esami e assunzioni

 

www.giustizia.it : itinerari a tema -> lavoro -> professioni -> notai

 

www.giustizia.it : schede pratiche -> lavoro e professioni -> come si diventa notai

 

 

 

DOWNLOAD MODULISTICA

FAC-SIMILE PRATICA ORDINARIA

 

FAC-SIMILE PRATICA ABBREVIATA

 

FAC-SIMILE CERTIFICATO DI ASSENSO

 

FAC-SIMILE CERTIFICATO DI PRATICA BIMESTRALE O MENSILE

 

FAC-SIMILE CERTIFICATO CUMULATIVO

 

TRASFERIMENTO PRATICA NOTARILE PRESSO NOTAIO DELLO STESSO DISTRETTO

 

TRASFERIMENTO PRATICA NOTARILE – PROVENIENZA DA ALTRO DISTRETTO

 

MODULO RICHIESTA RILASCIO CONTROMATRICE PRATICA NOTARILE

 

PRIVACY POLICY - INFORMATIVA CONSIGLIO NOTARILE DI BRINDISI